Under 18 Femminile

La nostra squadra che partecipa al Campionato 2015-2016

Under 18 Femminile

In piedi: Fioretti G. (coach), Greco G., Lugaresi I., Fiorentini M., Pirazzoli G., Brignani C., Allegri A., Oliveira F.,
In Basso: Rani L., Pirazzini S., Negri A., Bendandi C.,Montanari L., Lodolini G., Nr. 6 e Nr.4

>> Risultati e la Classifica 2016/2017

Il Coach Giovanni Fioretti si presenta e ci presenta la squadra:

ho giocato, si può dire, fino all’altro giorno! Nei dintorni di Lugo tutte le Società mi conoscono: Russi, Ravenna, Bagnacavallo, Massalombarda, Imola. Ho deciso di allenare perché mi piaceva il rapporto con i giovani. Quella di quest’anno è per me un’avventura perché non ho mai allenato squadre femminili, questi primi sono stati però due mesi veramente interessanti.

Con le ragazze bisogna essere molto più psicologi, più dei maschi, le ragazze sentono l’esigenza di sfogarsi. A me piace molto conoscere, dei ragazzi che mi sono affidati, i risultati scolastici, le ragazze, quando riportano buoni risultati a scuola, sono contente di riferirmelo ed io le ascolto volentieri.

Dal punto di vista puramente tecnico le ragazze si buttano nel fuoco per te e per di più sono molto brave! Certamente più diligenti dei maschi!
Sono io solo a seguire l’Under 18 femminile, non ho vice, e da certi punti di vista è meglio, decidi tu cosa fare, sei libero mentre con un vice, se non ha esperienza è un peso, se ha esperienza il confronto fra le tue e le sue idee è inevitabile e alle volte può essere un difficile compromesso.

Descrivo la squadra, ragazza per ragazza in ordine alfabetico :

Anna Andrea Allegri: la numero 13. E’ un futuro arbitro e penso con ciò di averne spiegato le qualità, le piace giocare ed è alla ricerca della sua dimensione in campo.

Camilla Bendandi: la numero 5. E’ la “piccola” del gruppo, un po’ scoordinata ma ha tanta volontà e crescerà nel tempo. La nostra Under 18 comprende ragazze dai quattordici ai quasi diciotto anni. I millesimi che sarebbero stati senza squadra hanno fatto convergere le loro risorse nelle Under 18.

Chiara Brignani : la numero 20. Quando scoprirà il suo vero talento che non è fatto solo di grande capacità in difesa e ai rimbalzi, rappresenterà un ottimo valore aggiunto per la squadra.

Alice Dall’Arno: la numero 22. E’ un nuovo acquisto; ha iniziato quest’anno a praticare la palestra. Non è presente nella fotografia della squadra.

Maya Fiorentini: la numero 17. E’ la nipote di Lanfranco “Lupo” Giordani: un grosso allenatore del Cervese e questo fatto è per lei molto importante. E’ una giocatrice che in campo “le prende e le da’” nei primi tempi era molto silenziosa ma adesso si è sbloccata.

Giuditta Greco: la numero 18. E’ la tiratrice della nostra squadra. Grande talento in attacco, corre poco. Dall’inizio della stagione la prendo in giro minacciandola di sguinzagliarle dietro un Pitt Bull per farla correre.

Gaia Lodolini: la numero 9. Lo “scricciolo” della squadra, se mi è permesso il termine ma non per questo si lascia sopraffare. Quando vuole sa farsi sentire!

Irene Lugaresi: la numero 8. Figlia di un famoso DJ. Quando andavo in discoteca era fra i migliori. Irene, in campo, ce la mette tutta, è molto brava ed ho una grande fiducia sui suoi risultati.

Francesca Miola: la numero 6. Soprannominata Bengy. Con Francesca Olivera costituisce una coppia affiatatissima. Deve ancora esprimersi al meglio ma, giocando a basket si diverte.

Lucia Montanari: la numero 7. Da quello che mi è stato detto è fiorita quest’anno, tecnicamente è bravissima ma in campo, nel passato, non lo ha dimostrato. Con me ha giocato due partite grandissime e nell’ultima partita, anche se abbiamo perso, ha contribuito a contenere il passivo. Ogni tanto, scherzando con lei, le dico che deve dimostrare quello che sa fare. E’ chiaramente uno scherzo perché ho capito bene quali sono le sue qualità.

Alessia Negri: la numero 15. In ogni squadra c’è “il capitano” che è quello “a referto” e c’è il capitano in campo. Questa ragazza può fungere da “capitano in campo”. Se necessario è in grado di mettere la squadra in ordine, sa gestire i momenti difficili della partita.

Francesca Olivera: la numero 16. Soprannominata Holly, con Francesca Miola costituisce una coppia affiatatissima. Gioca a basket e si diverte! Deve ancora esprimersi al meglio.

Sofia Pirazzini: la numero 19. E’ nata nel 2000, ha grandi qualità mentali e tecniche e se saremo capaci di farla crescere potrebbe avere un significativo futuro.

Giulia Pirazzoli: la numero 10, il “capitano”. Io la chiamo “Il capitano coraggioso”. E’ molto brava, sa cosa fare in campo e, nel tempo, si è meritata il rispetto di tutte le compagne di squadra, ha un pregio (che può diventare un difetto) quando ha un’idea fai fatica a modificargliela.

Margherita Ragazzini: la numero 4. E’ un nuovo acquisto; ha iniziato quest’anno a praticare la palestra.

Lucia Rani: la numero 11. E’ figlia di un giocatore illustre a Cento: Mario Rani ed è molto brava. Tecnicamente ineccepibile: sa stare in campo, ha un tiro favoloso è una grandissima giocatrice!

Queste ragazze, in generale, hanno bisogno di sentire la fiducia del proprio allenatore.

Con queste risorse affrontiamo il campionato. Siamo inseriti nel girone C assieme ad altre quattro squadre. Abbiamo vinto la prima partita battendo Mirabello per 50 a 41, riposato nella seconda giornata e perso contro la corazzata: San Lazzaro White per 103 a 51. Il punteggio di quest’ultima partita è impressionante ma le ragazze del San Lazzaro White sono fortissime … Basti pensare che su tre partite giocate ne hanno vinte tre: la prima per 70 a 22 contro la sorella San Lazzaro Green, la seconda per 102 a 19 contro Mirabello e la terza come detto per 103 a 51 e tutta sommato il risultato, dato il mancato equilibrio delle forze in campo fra il San Lazzaro Green e le altre squadre, si può definire soddisfacente.

Pin It on Pinterest

Share This