Arriva in quel Bernareggio il primo, importantissimo, successo esterno stagionale dell’Orva che s’impone per 82 a 70 contro i padroni di casa della Lissone Interni.

Orva che parte subito forte, imponendo il proprio ritmo al match, che aumenta il proprio vantaggio minuto dopo minuto, grazie ad una buona difesa, sino al +13 (19-6) firmato da un gioco da tre punti di Seravalli a 25” dal termine del primo parziale di gioco chiuso avanti per 19 a 9.

Nella seconda frazione i padroni di casa approfittano di un black out degli Aviators per riportare il punteggio in parità dopo 5’sul 23-23 con Restelli, prima del nuovo ritorno dell’Orva che spinta dall’ottimo Rubbini,piazza un parziale di 17 a 5, volando sul +12 (40-28) a 30” dal termine firmato da una tripla dello stesso Rubbini, con la formazione di coach Galetti che andrà al riposo avanti per 40 a 30.

Alla ripresa del match è sempre l’Orva a fare la partita mantenendo il proprio vantaggio sempre in doppia cifra con il solo Bossola, nelle fila di Bernareggio, in grado di contenere la supremazia di Seravalli & c. che chiuderanno sul 57 a 47 il terzo parziale.

Gli ultimi dieci minuti di gioco vedono gli Aviators lughesi involarsi sino al +19 (69-50) a 6’27” dal termine sulla tripla di Tynsley che lancia l’Orva verso il successo; la reazione della Lisssone porta i padroni di casa sino al -7 (62-69) grazie ad un parziale di 12-0 chiuso dalla tripla di De Bettin a 3’50” dal termine. L’Orva riprende però a macinare gioco, con la tripla di Stanzani che a 3’ dal termine riporta il vantaggio dei lughesi in doppia cifra (73-62) e ribattere colpo su colpo ai tentativi di riaprire l’incontro di Bernareggio, con Rubbini, Valentini e Seravalli che mettono il match in cassaforte dalla lunetta negli ultimi cento secondi, con il punteggio finale che premia meritatamente l’Orva per 82 a 70.

Orva che, dopo averlo sfiorato in più occasioni, finalmente centra il primo successo esterno stagionale, giunto al termine di una buona prova di squadra, dimostratasi solida e capace di produrre un basket efficace e piacevole contro un’avversaria particolarmente temibile soprattutto sul proprio parquet.

Un successo importantissimo sia per la classifica che per il morale dei bianco-verdi che nel prossimo turno in programma sabato 16 dicembre (ore 20,30) ospiteranno al Palabanca il Costa Volpino nell’ultimo match interno del 2017.

Costa Volpino che, reduce nell’ultimo turno dalla sconfitta interna contro Vicenza per 71 a 85, attualmente occupa l’ultima posizione in classifica, con due punti frutto dell’unico successo della formazione lombarda ai danni del Green Basket Palermo, ma allo stesso tempo avversaria assolutamente da prendere con le molle, che può contare su un roster che ha nel centro Cusenza (10 pt. + 5,8 rb.), nelle ali Caversazio (9,7 pt. + 6,5 rb. + 3,5 ass.) e l’esperto Sabbadini (9,4 pt. + 5,2 rb.) oltre al play Mazic (9,3 pt. + 3 ass.) gli elementi più tembili, oltre alla guardia Gorreri, eccellente realizzatore (9,3 pt.) soprattutto dall’arco dei tre punti (46%) ed ai play Coltro, Borghetti e la guardia Conte che chiudono un roster profondo.

Un match dove l’Orva è attesa a dare continuità alla prova contro Bernareggio e cogliere un successo preziosissimo che permetterebbe agli Aviators di chiudere nel miglior modo il 2017 di fronte al proprio pubblico!!!

 

Athos Tampieri

 

Lissone Bernareggio – Orva Lugo  70 – 82  (9-19; 30-40; 47-57)

Lissone Bernareggio: Ruiu 3, Tomba, Vecerina 6, Bossola 27, Restelli 10, Bortolani 4, De Bettin 7, Monina, Pastori 7, Baldini 6, Vignoli e Giardini n.e. All.: Cardani

Orva Lugo: Valentini 9, Seravalli 17, Moretti, Stanzani 8, Filippini 13, Rubbini 24, Tynsley 10, Galassi, Gatto 1, Mihajlovski n.e., Collina n.e., Cervellera n.e. All.: Galetti

Pin It on Pinterest

Share This