Rimanda nuovamente l’appuntamento con il primo successo esterno stagionale l’Orva Lugo, sconfitta per 101 a 86 a Vicenza, contro i padroni di casa della Tramarossa.

Orva che parte bene in avvio di gara trovando il +5 (12-7) dopo 5’30” sulla tripla di Seravalli, prima del sorpasso della formazione vicentina negli ultimi secondi, che chiude avanti per 23 a 21 un primo quarto sostanzialmente equilibrato.

Nei secondi dieci minuti del match la Tramarossa prova immediatamente l’alllungo con De Martini che dalla lunetta firma il +7 (32-25) dei veneti dopo 4’, con l’Orva comunque sempre pienamente in gara che mette la testa avanti con Filippini (34-36) a 3’14” dal suono della seconda sirena che vedrà però Vicenza chiudere in vantaggio per 47 a 42, complice un dubbio fallo antisportivo sanzionato a Tynsley a 10” dal termine ed alcune disattenzioni difensive di troppo da parte degli Aviators.

Dopo l’intervallo lungo, al rientro in campo è la Tramarossa a trovare il primo vantaggio in doppia cifra (57-46) sulla tripla di Svoboda dopo 2’30” con i padroni di casa che trascinati da Corral, troppo spesso dimenticato dalla difesa lughese, continuano a spingere sull’accelleratore, sfruttando i passaggi a vuoto dei lughesi in attacco e punendo con regolarità la tutt’altro che impeccabile retroguardia bianco-verde, portando il proprio vantaggio sino al +22 (75-53) a 2’ dal termine della terza frazione con Montanari. Terza frazione chiusa sul 75 a 61 per i padroni di casa, con la formazione di coach Galetti che negli ultimi centoventi secondi riuscirà a recuperare parzialmente nel punteggio.

Gli ultimi dieci minuti di gara vedono la Tramarossa gestire il vantaggio con autorità, con gli Aviators che non riescono più ad impensierire i veneti, sino a toccare il +24 (91-67) a 5’ dal termine con Chinellato che mette il match in ghiaccio per Vicenza con il tabellone che al termine dei quaranta minuti di gara segna 101 a 86 per i padroni di casa che si aggiudicano con pieno merito il match, con i lughesi che nel finale di gara riescono comunque a ridurre parzialmente lo svantaggio.

Un’Orva che dopo un buon avvio di gara ha pagato una prestazione meno brillante del solito dove soprattutto i numerosissimi errori della retroguardia bianco-verde sono stati puniti da una Tramarossa solida e lucida al contrario di un’Orva apparsa sottotono e che sicuramente può esprimersi su livelli di gioco decisamente superiori.

Un’Orva che sarà nuovamente impegnata lontano dal Palabanca già domani, dove alle 20,30 sarà di scena a Bernareggio, contro una formazione che seppur sulla carta alla portata di Seravalli & c. stà ben figurando in campionato, dove precede in classifica gli Aviators che cercheranno di sbloccarsi in trasferta ma contro cui l’Orva dovrà scendere in campo determinata e concentrata per tutti quaranta minuti di gioco se vorrà conquistare due punti preziosissimi per la propria classifica.

 

Athos Tampieri

 

Tramarossa Vicenza – Orva Lugo  101 – 86  (23-21; 47-42; 75-61)

Tramarossa Vicenza: Mezzalira, Contrino, Svoboda 18, De Martini 21, Montanari 4, Corral 25, Elio, Campiello U., Chinellato 14, Campiello A. 19, Chemello e Rigon n.e. All.: Silvestrucci

Orva Lugo: Valentini 12, Seravalli 12, Moretti 4, Stanzani 9, Filippini 18, Thiam 2, Rubbini 18, Tynsley 3, Galassi 8, Collina, Gatto n.e. All.: Galetti

Pin It on Pinterest

Share This