Pronto riscatto dell’Orva Lugo che in gara 2 espugna Ozzano, imponendosi per 69 a 67 contro i Flying Balls, al termine di una gara tiratissima, di fronte ad una splendida cornice di pubblico e trà due formazioni che meritano entrambe categorie ben superiori, decisa all’overtime!!!

Ozzano che parte con il piede giusto trovando il 7 a 2 con Masrè in avvio prima del sorpasso dei lughesi dopo 5’ firmato da un gioco da tre punti di Cortesi (7-10), per poi allungare nuovamente con Gianasi che realizza il +8 (19-11) a 2’39” dal termine, con i Flying Balls che chiuderanno avanti per 22 a 18 la prima frazione di gioco.

Nei secondi dieci minuti di gara l’Orva prova a prendere in mano le redini del match e trova il +4 (30-34) a metà frazione con una tripla di Tynsley, ma Ozzano è pienamente in partita e Cutolo non permette agli ospiti di “fuggire” cossicchè al secondo suono della sirena prima dell’intervallo lungo il punteggio segna 39 a 38 in favore degli Aviators.

Alla ripresa delle ostilità è la formazione di coach Galetti che prova a spezzare l’equilibrio in campo e trova il +8 (40-48) con Cortesi dopo tre minuti di gioco, con i romagnoli che però mancano di lucidità e precisione in fase offensiva non riuscendo così a portare il proprio vantaggio in doppia cifra ma bensì subendo il ritorno di Ozzano che chiuderà il terzo periodo ancora a stretto contatto con i bianco-verdi avanti per 52 a 50.

L’equilibrio la fà da padrone anche nel corso degli ultimi dieci minuti del match con le formazioni che si alternano al comando nel punteggio ed Ozzano che riesce a chiudere il tentativo di fuga di Legnani & c., quando l’Orva si porta avanti per 60 a 55 a 4’dal termine con due personali realizzati da Zhytaryuk; Cutolo impatta sul 60-60 a 2’50” dal termine e sino alla fine le due compagini proseguiranno punto a punto con Cortesi che sul 63-63 fallisce sul suono della sirena il tiro del successo lughese, punteggio che chiuderà i quaranta minuti di gioco con le due formazioni costrette all’overtime.

Overtime dove si segna a stento, oltretutto caratterizzato da una lunga sosta a 2’58” dal termine sul 65-65, causa uno spettatore costretto a lasciare anzitempo il palasport per un malore probabilmente dovuto all’elevata temperatura all’interno dell’impianto di gioco, con i soccorsi  giunti sul luogo solo dopo alcuni minuti, il chè ha fatto ritardare la ripresa dell’incontro.

Incontro che dopo la lunga sosta riprenderà ricalcando l’equilibrio trà le due compagini spezzato solo dal canestro di Filippini a 2” dal termine dopo un rimbalzo offensivo che regala il successo all’Orva per 69 a 67.

Un successo tanto sofferto quanto importante per capitan Legnani & c. contro un Ozzano che ha fatto sudare le proverbiali sette camicie ai lughesi che colgono un’affermazione fondamentale che li tiene ancora in corsa per la promozione in serie B!!!

Promozione alla categoria superiore che verrà decisa in gara 3 in programma sabato 10 giugno (ore 21) al Palabanca, con l’Orva che proverà a coronare una stagione sempre condotta al vertice contro i Flying Balls che hanno dimostrato di essere formazione solida, quadrata ed in buona salute contro la quale gli Aviators saranno chiamati a gettare il cuore oltre l’ostacolo al fine di ottenere il pass per la serie B!!!

Aviators che cercheranno di sfruttare il fattore campo e il sostegno dei propri tifosi che aspettiamo numerosi e calorosi a sostenere e spingere l’Orva Lugo verso un sogno…

 

Athos Tampieri

 

Flying Balls Ozzano – Orva Lugo  67 – 69 dts  (22-18; 38-39; 50-52; 63-63)

Flying Balls Ozzano: Masrè 12, Morara 6, Folli 4, Magagnoli 5, Guazzaloca 5, Martini 3, Cutolo 20, Gianasi 7, Agusto 5, Lalanne e betti n.e. All.: Grandi

Orva Lugo: Poluzzi 6, Seravalli 9, Legnani 9, Cortesi 11, Zhytaryuk 12, Tynsley 8, Presentazi 3, Filippini 11, Guerra n.e., Baroncini n.e, Romagnoli n.e., Collina n.e. All.: Galetti

 

Pin It on Pinterest

Share This