L’Orva capitola in gara 1 di finale contro Ozzano che espugna il Palabanca per 82 a 79 al termine di un match intenso, deciso in volata!!!

Ozzano che parte subito con il piede giusto portandosi avanti per 8 a 2 in avvio di gara con una tripla di Masrè prima del ritorno dei padroni di casa che si portano avanti nel punteggio per 9 a 8 con Filippini, con il primo equilibratissimo parziale che si chiuderà sul 19-19.

Equilibrio che viene spezzato negli ultimi minuti del secondo periodo con Ozzano che sfrutta i passaggi a vuoto della retroguardia dei lughesi, oltretutto imprecisi in attacco, e spinta da Agusto allunga sino sul +10 (39-29) a 45” dal termine con una giocata di Martini, con gli ospiti che chiuderanno la prima parte di gara avanti per 41 a 31 contro un’Orva tutt’altro che convincente.

Dopo l’intervallo lungo si attende la reazione della formazione di coach Galetti, ma sono invece i Flying Balls ad allungare nel punteggio sino a toccare il massimo vantaggio sul +15 (57-42) a 3’20” dal termine con Folli che punisce la tutt’altro che impeccabile difesa degli Aviators che negli ultimi secondi prima del terzo suono della sirena trovano il -7 (54-61) grazie ad una tripla di Seravalli a 6” dal termine, con il terzo periodo che si chiude comunque con Ozzano ancora avanti per 63 a 56.

Aviators che provano a cambiare marcia nel corso degli ultimi dieci minuti del match con Ozzano che fatica a trovare la via del canestro ed i padroni di casa che recuperano sino al -1 (69-70) siglato con una tripla da Poluzzi, prima del successivo fallo tecnico sanzionato alla panchina lughese capitalizzato dai Flying Balls con quattro punti consecutivi di Agusto che riportano sul +5 (74-69) Ozzano che ad 1’10” dal termine pare chiudere definitivamente il match sempre con Agusto che sigla il +6 ospite (79-73); l’Orva tenta il tutto per tutto ed a 36” dal termine la schiacciata di Legnani riporta sul -1 i lughesi (79-80) che riaprono il match ma che, complice la mancanza di lucidità, non troveranno più la via del canestro con i Flying Balls che dalla lunetta sul fallo sistematico dei lughesi chiudono definitivamente il match a 5” dal termine con Agusto che fissa il punteggio sul 82 a 79 con cui Ozzano espugna con pieno merito il palabanca.

Orva a cui resta l’amaro in bocca per non essersi espressa per lunghissimi tratti ai livelli che le competono, causa i troppi passaggi a vuoto in fase difensiva ed i troppi errori in fase di realizzazione e costruzione di gioco contro un’Ozzano capace invece di capitalizzare al meglio i tanti errori commessi dalla formazione di coach Galetti, con gli ospiti che hanno di fatto sempre condotto l’incontro nel punteggio.

Orva attesa ad un pronto riscatto mercoledì 7 giugno nel match di ritorno in programma ad Ozzano (ore 21) in una gara assolutamente da non fallire onde veder sfumare per capitan Legnani & c. la possibilità di impattare la serie e giocarsi poi la promozione in serie B in gara 3 al Palabanca.

Impresa non impossibile per gli Aviators che però dovranno scendere in campo con ben altra determinazione e disputare un match di tutt’altro spessore ripsetto alla prestazione opaca fornita in  gara 1, contro i Flying Balls apparsi comunque formazione solida ed in ottimo stato di salute!!!

 

Athos Tampieri

 

Orva Lugo – Flying Balls Ozzano  79 – 82  (19-19; 31-41; 56-63)

Orva Lugo: Poluzzi 9, Tynsley, Cortesi 14, Seravalli 17, Legnani 11, Presentazi 5, Filippini 21, Zhytaryuk 2, Baroncini n.e., Romagnoli n.e., Guerra n.e., Collina n.e. All.: Galetti

Flying Balls Ozzano: Masrè 6, Morara, Folli 15, Magagnoli, Lalanne 3, Betti, Guazzaloca, Martini 2, Cutolo 15, Gianasi 19, Agusto 22, Montanari n.e. All.: Grandi

Pin It on Pinterest

Share This